Compliance e risk management

Compliance e risk management

by kompeadmin
compliance

I recenti orientamenti in tema di assetti organizzativi ci mostrano come sia sempre più necessario prestare particolare attenzione alle nuove esigenze di presidio normativo, in modo da tutelare l’azienda ed evitare che malpractice o comportamenti aziendali non conformi possano generare situazioni fuori controllo con evidenti rischi di natura legale e legati alla tutela dell’immagine societaria.

Vanno rafforzati i presidi interni volti a orientare una gestione conforme alle prescrizioni normative. Stiamo in primis parlando di una cultura aziendale orientata al rigoroso rispetto delle regole, alla corretta gestione dei conflitti di interesse e alla conservazione del rapporto fiduciario con la clientela e con il «sistema di fornitura».

Il perimetro ed il peso della «compliance» si è notevolmente allargato negli ultimi decenni anche a causa del crescente adeguamento a normative di carattere settoriale e a leggi di rilevanza nazionale e europea, volte a disciplinari aspetti anche sostanziali della «vita aziendale» e degli effetti che la stessa produce nell’ambiente circostante. Alla luce di questi cambiamenti sono cresciute le responsabilità degli amministratori e di altre figure apicali, in quanto gestori dell’azienda nel suo complesso e dei suoi sottosistemi nello specifico, si è allargato lo spettro di interlocutori aziendali (stakeholder) interessati alle attività svolte, e si sono moltiplicate le attività interne e gli strumenti operativi dedicati al controllo e al corretto funzionamento della struttura organizzativa.

Top